Traduzioni – Fish – Suits album – 1994

Mr. 1470
(1470)

Eccomi qui seduto su tutto ciò che resta di me, in cima alla collina
Fissando il blu selvaggio all’orizzonte
Scavando nel profondo ho trovato dei bottoni nelle mie tasche
Ora, nudo, ho la pelle d’oca
Sogno abiti, vedo abiti

Guardandomi indietro, c’era già stato un momento simile
Immerso nel mistero ero stato testimone di un crimine
Scavando nel profondo mi sono imbattuto in un omicidio
Tra le radici del nostro sempre più ampio albero genealogico

Abbiamo imparato ad amare, abbiamo imparato ad uccidere
Abbiamo insegnato a noi stessi a governare il mondo

Io sogno abiti, tu li sogni?
Io vedo abiti, tu li vedi?

Io stavo là con la faccia schiacciata contro la finestra
Conosco il suo numero, ma non saprò mai il suo nome
Dietro al vetro, nascosto alla vista
Un’identificazione, inizio ad avere la pelle d’oca

Abbiamo imparato ad amare, abbiamo imparato ad uccidere
Abbiamo insegnato a noi stessi a governare il mondo
Ma chi è quello di cui abbiamo paura?
Siamo figli di 1470

Le oche volano in stormo a V attraverso il cielo notturno
Verso sud, i cacciatori le guidano
I jet seguono segretamente gli orli delle gonne degli angeli
Un treno si fa strada nel fondovalle

Perciò viviamo su tutto ciò che resta di noi sotto terra
Con lo sguardo fisso, siamo mortali nell’oscurità
Scavando nel profondo cerchiamo di trovare le risposte
A tutte le domande che nascono dai nostri teschi

Abbiamo imparato ad amare, abbiamo imparato ad uccidere
Abbiamo insegnato a noi stessi a governare il mondo
MA chi è quello di cui abbiamo paura
Siamo la progenie di 1470

Io sogno abiti.

LADY LET IT LIE
(Ragazza, lascia perdere)

Avresti dovuto stare a sentire quello che ti diceva tua madre
Avresti dovuto stare ad sentire quello che tuo padre di diceva di fare
Ma hai sempre fatto quello che hai voluto
Ora sei finita qui a cantare in una gabbia dorata
E per metà della tua vita avresti voluto avere la metà dei tuoi anni
Ragazza, lascia perdere
E’ difficile mettere radici quando si vive in una roulotte
Ma anche chi si sposta da un luogo all’altro è fatto di sangue
Mi hai fatto pressione per il tuo sogno di un lavoro in ufficio
Ma ti sei svegliato in una vita “alla buona”, e questo mi toglie il respiro

Tutti i ragazzi vogliono essere tutte le ragazze vogliono essere tutti i ragazzi
Io non voglio più essere me stessa
Un tempo mi dissero che ero una stella nascente
Mi dichiararono una concorrente brillante
Mentre alla fine venne fuori
Che ero solo una giovane pretendente
Non potrei mai essere d’accordo se tu avessi detto di essere insoddisfatto
Ma perché devi prendertela con qualcuno che almeno ci ha provato?

Ragazza, lascia perdere

Ma sicuramente è rimasto qualcosa che valga la pena di costruire
Forse potremmo ricominciare
Forse potremmo provarci un’altra volta
Oppure potremmo andarcene e lasciare che svanisca e muoia

Ragazza, lascia perdere.

EMPEROR’S SONG
(La canzone dell’imperatore)

Cosa faresti se tutto andasse in pezzi?
Cosa faresti se le porte fossero chiuse? E se i porci stessero mangiando le perle?

Cosa faresti se non ci fosse più speranza?
Non è rimasto più nulla, nessun posto dove correre
E ogni giorno sembra un po’ più desolato
Segui il tuo cuore? Segui il tamburo?
Segui la bandiera? Imbracci il fucile?
Marci lentamente a testa alta?

Cadi lentamente senza combattere? Accetti tutto coraggiosamente e ne chiedi di più?
Quando la spada è tratta e la tromba suona
Per il tuo inchino, inchinati, inchinati alla
Canzone dell’imperatore

Credevi nei sogni del dopoguerra?
Odi avere a che fare con le macchine?
E chiunque raccolga le tue preghiere con la cornetta abbassata?
Hai seguito consigli, hai seguito il lavoro
Hai seguito le regole e gli hai dato il tuo destino
Ma un uomo più giovane ti ha rubato il lavoro
Abbiamo tutti dei contratti a lungo termine
Con il Tizio che sta di sopra
Ma chi esercita le opzioni sulle nostre anime
Quando la vita è una sola e il contratto è scaduto
Ti inchini, inchinati, inchinati alla
Canzone dell’imperatore

Cosa fai quando tutto diventa troppo?
Quando la fortuna non è dalla tua e perdi i contatti
E niente di quello che dicono può essere messo in relazione
Con tutto questo
Cosa fai quando qualsiasi cosa è troppo ardua
Quando vuoi dire che “quando è troppo è troppo”
Vuoi andare via e gettare la spugna?
Accetti tutto e segui la massa?
Segui la folla e ti fai prendere in giro?
Aspetti lì fino all’amara conclusione?

C’è una direzione che prendono tutti, ma non fa per me
Ho ingoiato tanti rospi e non ne voglio più
Ma quando le luci si abbassano e il palcoscenico chiama

Ti inchini, inchinati, inchinati alla
Canzone dell’imperatore.

FORTUNES OF WAR
(Fortune di guerra)

Letti di rose sparsi sul prato
Come i quadrati a Waterloo con baionette di spine
Respingono i bambini in cerca delle palline da tennis smarrite
Palle di cannone immaginarie, sparte alle gambe
Della cavalleria al galoppo che aveva messo a riposo i suoi sogni
Sotto l’ombra dei meli
Soldatini giocattolo ubriachi di limonata calda
E i bambini sognano gloria e fortune di guerra
Fortune di guerra
Mentre il sole tramonta sui campi da gioco
L’armata ritorna portando spade e scudi
Coperchi dei bidoni della spazzatura e rametti di lamponi
Vivranno per combattere un altro giorno
Come medaglie per i guerrieri i tappi delle bottiglie di latte
Bandiere ricavate dalle vecchie tovaglie della mamma
Colori brillanti si agitano nella pioggia estiva
A volte quando cadono fanno finta che
Un fazzoletto sia la benda che ferma il sangue
E immaginano strade di città, tempeste nel deserto o in campi
Stranieri, i proiettili che volano sulle fortune di guerra
Ho sentito il cigolio di una sedia a rotelle attraversare
Una vecchia palestra stagnante, che trascinava una
Giacca della Ivy League come un matador
Sopraa ai passi della danza sfrenata della sera precedente
Le file infinite della parata della chiesa
Dove lui fa la pace in ogni giorno dell’armistizio
L’ho guardato svanire sciogliendosi nella pioggia autunnale
Perché a volte quando cadono non possono far finta che
Un fazzoletto sia la benda che ferma il sangue
Giaceranno in strade di città e tempeste nel deserto o in campi stranieri
Con i proiettili che volano, le fortune di guerra
Mentre i loro figli sognano gloria e fortune di guerra
Al sicuro nel loro letto con storie e fortune di guerra
Di uniformi e gloria
Fortune di guerra.

SOMEBODY SPECIAL
(Una persona speciale)

Lei ha una fotografia di David Bowie
In una cornice vittoriana fatta a mano
Firmata a suo nome da un roadie nel backstage
Lei ha Hemingway sul comodino accanto al letto
E una pistola sotto al cuscino accanto alla testa
Qualche volta vorrebbe essere morta
Lei vuole indossare giacca e cravatta, vuole indossare giacca e cravatta
Lui ha la pessima reputazione di tipo crudele
Ama i film giapponesi, ama il cibo cinese
Ha un paio di scarpe di cuoio verniciato fatte a mano
Che gli rivestono i piedi
Lui sà come deve essere il suo stile di vita
E’ disposto a competere
Lui vuole essere qualcuno, essere qualcuno, essere qualcuno
Una persona speciale
Lui vuole essere qualcuno, essere qualcuno, essere qualcuno
Una persona speciale
Lui vuole indossare, vuole indossare giacca e cravatta
Lei prestava attenzione in classe ma
Imparò di più dandola via
Diede la sua innocenza a qualcuno che una volta
Considerava un caro amico
Diede la sua mano in prestito al portiere
Della squadra di calcio locale
Lei prese un appartamento in centro e una macchina
In cambio del sogno
Lei vuole essere qualcuno, essere qualcuno, essere qualcuno
Una persona speciale
Lei vuole essere qualcuno, essere qualcuno, essere qualcuno
Una persona speciale
Lei vuole indossare giacca e cravatta, vuole indossare giacca e cravatta
Lei ha la pessima reputazione di tipo crudele che non vale nulla
Ama i film giapponesi, ama il cibo cinese
Ha un paio di scarpe di cuoio verniciato fatte a mano
Che le rivestono i piedi
Lei sà come deve essere il suo stile di vita
E’ disposta a competere
Loro vogliono essere qualcuno, essere qualcuno, essere qualcun
Persone speciali.

NO DUMMY
(Non sono un fantoccio)

Io, io sono due volte una nullità che cerca di fare qualcosa
Io, io sono uno svitato, stanco di essere calpestato
Stanco di essere buttato giù
Metterò dell’inchiostro sui fogli bianchi
Metterò del sangue sui fogli bianchi
Io, io non sono un fantoccio
Io, io indosso colori brillanti e legittimi
E li servo con onore
Io, io sono un’arma, una pistola a noleggio che
Insegna la lezione
Sarò l’uomo col vestito bianco
Metterò le mani sul vestito bianco
Perché io, io non sono un fantoccio
Evito le responsabilità e mi faccio corrompere, rubo e mento
Scrocco e me ne approfitto
Evito le responsabilità e mi faccio corrompere, io non sono un fantoccio
Evito le responsabilità e mi lascio corrompere, rubo e mento
Scrocco e me ne approfitto, sopravvivo
Evito le responsabilità e mi faccio corrompere, rubo e mento
Scrocco e me ne approfitto
Evito le responsabilità e mi faccio corrompere, io non sono un fantoccio
Cerco solo di sopravvivere
Cerco solo di sopravvivere
Guardatemi, non sono un fantoccio
Distruggerò le strade per lo shopping, mi farò un nome
Quando mi prenderanno, tutto vestito bene, li farò saltare in aria
Li farò saltare in aria.

PIPELINE
(Il mio momento)

Aspetto nel mio angolo, attendo il gong
Stavo per lasciare le corde
Stavo andando all’inferno
Ora aspetto
Aspetto le parole, aspetto la canzone
So che la musa sta arrivando, tengo duro
Aspetto
Aspetto le possibilità, aspetto il crollo
Aspetto l’opportunità di cui potrò approfittare
Sto ancora aspettando
E tutto il tempo mi chiedo perché
Solo cosa o chi diavolo sono
Dove sono, da dove vengo
Dove sto andando, dove devo stare
Ditemi da dove vengo
Perché sto aspettando il mio momento
Aspetto un messaggio, aspetto un segno
Stavo aspettando che il mio sacro graal splendesse
Aspetto
Aspetto con le parole crociate, aspetto le recensioni
Aspetto qualcosa o qualcuno che mi dia una soluzione
Sto ancora aspettando
E tutto il tempo mi chiedo perché
Solo cosa o chi diavolo sono
Dove sono, da dove vengo
Dove sto andando, dove devo stare
Ditemi da dove vengo
Perché sto aspettando il mio momento
Se il tappeto su cui sono seduto potesse volare
Se l’anello che indosso potesse nascondermi
Potrei aspettare per sempre e ancora un giorno
Aspetto, aspetto
Se la ragazza che aspetto non è la mia
Allora i castelli che sto costruendo sono di sabbie mobili
Se il sogno che sto inseguendo non è vero
Allora la luce alla fine del tunnel è solo un incendio doloso
Aspetto il mio momento, aspetto il silenzio
Aspettoil suono, aspetto nel backstage
Aspetto la gente, aspetto
Aspetto la critica, aspetto il gong
Aspetto che il DJ suoni la mia canzone
Suona la mia canzone, sto aspettando
E tutto il tempo mi chiedo perché
Solo cosa o chi diavolo sono
Dove sono, da dove vengo
Dove sto andando, dove devo stare
Ditemi da dove vengo
Perché sto aspettando il mio momento
Aspetto il mio momento, aspetto il mio momento, aspetto, aspetto.

JUMPSUIT CITY
(Jumpsuit City)

Per tutto il tragitto da Bucarest hai avuto la pelle d’oca
Sulla strada per Hollywood attraverso un buco nel muro
Hai visto il mondo libero commerciare corpi
C’è un angelo custode alla finestra che fissa
L’angolo
Lei non ha nessun posto dove andare, è nel mondo libero e vende se stessa
Ma se a tua madre non piace, non c’è bisogno che lei lo sappia
Basta che mandi i soldi a casa
Cosa è successo al corpo della bimba che lei portava in grembo?
Risposte su una cartolina da Jumpsuit City
Irradiato dai raggi della luna attraverso le foglie del tiglio
Gettato nell’ombra dell’anonimatop, lui ha trovato il mondo libero
E ha succhiato i loro corpi
Recitandio per gli animali è vestito per eccitare
Su di un piedistallo, guarda l’abilità dei chirurchi
Lui lascia che il mondo libero lo divori
Commerciando in corpi, avendo rapporti
Dietro le quinte c’è un santuario
Per gli uomini
Per gli uomini d’affari e i rifugiati
Questo è il mondo libero e commerciano i loro corpi
Un fiore appassito da portare all’occhiello
Giace nei bassifondi con un milione di anime
E’ il mondo libero e commerciano in corpi.

BANDWAGON
(Il successo)

Il succeso, sta per arrivare in città
Per cambiare la tua vita
E portarti in quei posti che una volta
Potevi solo sognare
Saaranno proprio davanti ai tuoi occhi
Gli eroi che adori
Viaggeranno con te, sarai lassù al loro fianco
Nel successo, che si dirige in città
Riunendo le folle per mostrare loro i posti che una volta
Potevano solo sognare e li metterà proprio davanti ai loro occhi
Nelle storie che vengono vendute per pochi pennies e un po’ del nostro tempo
Beh, io vi sento dire che sto sognando
Che mentre ho lo sguardo fisso fuori dalla finestra lascio che tutta la mia vita scorra via
A mia difesa, ascoltatermi, non ho mai smesso di credere
Che c’è un mondo migliore lì fuori che mi aspetta
E che tutto quello che devo fare è saltare in groppa al successo
Si dirige verso la mia porta
Ci sono già salito una volta
E mi ha portato in quei posti che una volta
Potevo solo sognare e loro stavano lì
Proprio davanti ai miei occhi
E ve ne posso raccontare le storie
In cambio di pochi pennies e di un po’ del vostro tempo
Il succeso, sta per arrivare in città
Per cambiare la tua vita
E portarti in quei posti che una volta
Potevi solo sognare
Saaranno proprio davanti ai tuoi occhi
Gli eroi che adori
Viaggeranno con te, sarai lassù al loro fianco.

RAW MEAT
(Carne da macello)

C arne da macello per la balconata
Un altro agguato nell’ambiente musicale, un altro attaco di cuore sorprende il centro del palco
Potresti pensare che sto diventando cinico
Ma dopo tutti questi anni sono ancora in forma
Ho ancora il mio angolo, posso essere ancora pungente
E la cameriera prende un’altra ordinazione
Mentre io cerco di confondermi con la folla
Il cacciatore di autografi vuole il mio nome e
Io proprio non riesco a trovare la forza di rifiutarglielo
Carne da macello per la balconata, non fraintendermi
Non ho bisogno della tua compassione, ma
Ascoltami e risparmia 10 centesimi per me
Solo una lacrima di dominio pubblico
Dovuta alla riso o al pianto non significa poi molto per me
Tutto ciò di cui ho bisogno è una qualsiasi reazione
Il cognac va giù meglio nella camera d’albergo
Quando fissi le scritte sul muro
Condannato dai critici che vogliono farmi a pezzi
Quando è soltanto una lirica che serve ad una canzone
Siamo dei poveracci sull’autostrada in cerca di monetine
Raccogliamo i penny dalla strada
Guidati dalla direzione invece che dalle stelle
Eravamo guidati da un sogno che è andato in frantumi
Ma la carrozza che prendono tutti è parcheggiata in un’altra città
Speriamo che domani prenda la nostra direzione
Per portarci fuori dal tunnel dove abbiamo già pagato il pedaggio
Con gli amici che abbiamo sepolto al di là delle luci
Carne da macello per la balconata, il buffone di nessuno tranne che di me stesso, è questo il mio destino?
Ma se la carrozza parte per un’altra città
E se ai dirigenti che pagano il vino non piace la mia canzone
Anche se sto suonando di fronte a tavoli vuoti
Finché il sipario cala, troverò sempre la forza di andare avanti
Carne da macello per la balconata
Un altro agguato nell’ambiente musicale
Un altro attacco di cuore sorprende il centro del palco.

Share on Facebook
Questa voce è stata pubblicata in Musica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento